Nuovi regolamenti per l’etichettatura energetica delle attrezzature professionali: guida per il ristoratore

Nuovi regolamenti per l’etichettatura energetica delle attrezzature professionali: guida per il ristoratore

A cura dello Staff di AreaCook.it

Il 1° marzo 2021 sono state emanate nuove regolamentazioni europee riguardanti l’etichettatura energetica delle attrezzature professionali. Per chiarire tutti gli aspetti dei nuovi regolamenti, i nostri esperti di AreaCook.it, top ecommerce italiano di attrezzature e progettazione per ristorazione, hanno deciso di dare una visione più chiara del contenuto di essi.
Le nuove etichette energetiche riguardano sia le attrezzature del settore professione e anche gli elettrodomestici. Il fine di questi regolamenti è quello di dare delle indicazioni sull’efficienza energetica degli elettrodomestici più precise e facilmente comprensibili ai consumatori che decidono di effettuare un acquisto. Proprio per queste ragioni è stato deciso di eliminare tutte le cosiddette classi “Estese” cioè: A+, A++ e così via, per sostituirle con una classificazione che va dalla A alla G. Sembrerà quindi che per alcuni prodotti ci sia stato un declassamento della classe energetica, in realtà la loro efficienza energetica è rimasta invariata, è avvenuto solo un cambio di
etichettatura. Quindi un elettrodomestico che precedentemente, secondo le vecchie regolamentazioni, era classificato come A+ oggi sarà di classe F. Questo cambio di catalogazione permette ai consumatori di rapportare l’efficienza dei vari elettrodomestici e delle attrezzature professionali in modo molto più veloce e semplice.

In questo momento nel settore professionale sono presenti sia le etichette del “vecchio tipo” quindi quelle che si riferiscono al Reg-delegato 2015/1094/UE relative ad armadi e banchi frigoriferi e congelatori professionali), ed etichette del “nuovo tipo”, che si riferiscono ai Reg. 2019/2018/UE, apparecchi di refrigerazione professionale con funzione di
vendita diretta. “Con funzione di vendita diretta” significa che il venditore dovrà mostrare il prodotto al cliente finale e illustrare tutte le sue caratteristiche affinché possa effettuare un acquisto con consapevolezza.
I nuovi regolamenti però ancora oggi non includono diverse apparecchiature del settore professionale, tra cui: prodotti del lavaggio, cottura, refrigerazione. Le nuove etichette quindi non riguardano gli armadi e i banchi refrigerati professionali dove vigono ancora le vecchie regolamentazioni. Per tutte le altre apparecchiature invece sono utilizzate le nuove etichette proprio per raggiungere il fine esposto precedentemente. Inoltre altra differenza molto importante tra le nuove etichette e le vecchie etichette è la presenza di un QR Code che una volta inquadrato permette al consumatore di ottenere maggiori informazioni sull’efficienza energetica dell’attrezzatura presa in considerazione. Attraverso il QR Code il consumatore potrà anche comprendere immediatamente se avrà
davanti un prodotto a cui è stata apposta la vecchia o la nuova etichettatura.

Posts Simili

E se la Cicerchia e i Ceci li mangiassimo con la forchetta?

E se la Cicerchia e i Ceci li mangiassimo con la forchetta?

La vera storia del Ciauscolo…

La vera storia del Ciauscolo…

I vini a stabilità naturale

I vini a stabilità naturale

Benvenuti sul Blog di Tasting Marche!

Benvenuti sul Blog di Tasting Marche!

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *