Quando la passione per l’arte incontra la passione per il cibo

Quando la passione per l’arte incontra la passione per il cibo

Il “gusto” della continua scoperta, della ricerca di nuove bellezze artistiche da ammirare si combina con il “piacere” di scovare delle nuove prelibatezze da assaggiare, di piatti unici da assaporare e di leccornie da sottoporre a chi, da vero golosone, ama coccolarsi con delle autentiche bontà, come si conviene al vero Intellettuale goloso.

Se qualcuno mi dovesse chiedere qual è la cosa che più amo al mondo, a parte il mio cane, la risposta sarebbe…
In realtà le mie grandi passioni sono due, la prima è la storia dell’arte, con tutti i suoi magnifici capolavori, sia che siano opera di grandi artisti oppure di maestri semi sconosciuti, perché ogni opera porta con se una storia da raccontare, chiunque sia il “narratore”. In breve tempo quella che era nata come una passione, merito anche di una professoressa di storia dell’arte particolarmente esigente, si è trasformata in un vero amore, fatto di viaggi alla volta di stupende città d’arte e musei strabordanti di tesori, viaggi che finivano per essere anche delle vere maratone, proprio per cercare di vedere il più possibile nei pochi giorni a disposizione e i miei compagni di viaggio possono testimoniarlo. L’università infine ha contribuito ad accrescere e perfezionare questo mio amore e mi ha fatto imparare ad apprezzare non solo le opere dei grandi artisti conosciuti in tutto il mondo, ma anche le piccole realtà, fatte di storie più semplici, di nomi meno prestigiosi, ma non per questo di minor valore.
Tornando alla mia seconda passione, sicuramente molto più comune rispetto alla prima, si tratta del cibo. Mangiare è la mia seconda attività preferita, la mia golosità in fatto di cibo è davvero insaziabile, una golosità che non si ferma solo ai dolci, ma che riguarda tantissime altre leccornie. Ovviamente i dolci hanno un posto speciale nel mio cuore, la cioccolata in particolare ed è un grande sforzo non concedermi un peccato di gola dietro l’altro, ma la mia ingordigia prosegue con i formaggi, i salumi, i biscotti, le confetture e tanto altro ancora. Ci sono poche cose che regalano le stesse sensazioni di uno scacchetto di cioccolata fondente che si scioglie lentamente in bocca, o di un assaggio di pecorino stagionato accompagnato da una confettura dolce, o di una fetta di pane fresco e del ciauscolo artigianale e la lista potrebbe continuare all’infinito.
articolo 1.1

Posts Simili

Salone del Gusto: i 5 insegnamenti da portare a casa

Salone del Gusto: i 5 insegnamenti da portare a casa

Invitati ad un matrimonio? Al regalo ci pensiamo noi!

Invitati ad un matrimonio? Al regalo ci pensiamo noi!

La dolcezza vola sulle ali di una Colomba!

La dolcezza vola sulle ali di una Colomba!

Se la “Pizza” è dolce: il profumo della Pasqua

Se la “Pizza” è dolce: il profumo della Pasqua

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *