Cicerchiata Marchigiana

Cicerchiata Marchigiana

La Nostra Cicerchiata Marchigiana. Ci sono dolci che evocano immediatamente ricordi di momenti felici, di cucine inondate di profumi inebrianti, di bambini sorridenti intorno ad un tavolo. Tra i tanti dolci della tradizione marchigiana non potevamo non presentare quello tipico del periodo di Carnevale, che rallegra grandi e piccini. Eccovi la nostra versione della cicerchiata marchigiana…provatela, siamo sicure di strapparvi più di un sorriso!

Tempo: Un’ora
Difficoltà: Media
varnelli1

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di Mistrà (liquore all’anice)
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di miele
  • Olio di arachidi o di girasole per friggere
miele_millefiori_1

Ingredienti indispensabili:

Preparazione:

Disponete sulla spianatoia la farina a fontana, aggiungete al centro le uova e il mistrà per aromatizzare e iniziate a lavorare bene, con le mani, l’impasto. Se vedete che la pasta si attacca troppo alla tavola, aggiungete ancora un pizzico di farina. Quando il composto è bene amalgamato, iniziate a spianarlo con il matterello fino a raggiungere uno spessore e una consistenza simili alla pasta sfoglia.
Tagliate il composto in tante striscioline e arrotolarle con le mani per creare dei “serpentelli”, proprio come si fa per gli gnocchi, mettendo un pizzico di farina sulla tavola per non farli attaccare, e tagliatela in tocchettini di circa 1 cm.
Friggete i tocchettini in abbondante olio di semi, utilizzando una pentola alta per proteggere meglio i fornelli dalla schiuma che inevitabilmente si formerà. Quando i tocchetti saranno dorati, tirateli fuori dalla pentola disponeteli su un piano, coperto di carta assorbente. In un pentolino mettete a scaldare a fuoco medio lo zucchero e il miele, aggiungete i tocchetti fritti, e se volete mandorle tostate, e mescolate accuratamente con un cucchiaio di legno fino a quando i tocchetti non saranno completamente impregnati e inizieranno ad attaccarsi l’uno all’altro. Toglieteli immediatamente dal fuoco e disponeteli sul piatto, dando loro la forma desiderata, che solitamente è a ciambella o allungata. Lasciate raffreddare e poi gustate la vostra cicerchiata.

Buon appetito!

Il nostro consiglio:

Se volete una versione ancora più golosa della cicerchiata potete fare la famosa versione “nera” aggiungendo allo zucchero e al miele due cucchiai di cacao amaro, irresistibile!

Posts Simili

Risotto con carciofo di Montelupone e Pecorino

Risotto con carciofo di Montelupone e Pecorino

Fusilli al farro piccanti con cavolo verde maceratese e pinoli

Fusilli al farro piccanti con cavolo verde maceratese e pinoli

Zuppa di Seppioline e Cicerchia

Zuppa di Seppioline e Cicerchia

Quadrucci con i ceci

Quadrucci con i ceci